Comune di Scorrano - Cuore Salentino

Vai ai contenuti

Menu principale:

Informazioni_comuni_provincia_di_Lecce

Comune di Scorrano

Popolazione: 6671 abitanti
Altitudine: 95 s.l.m.

Cap: 73020

NUMERI E INDIRIZZI UTILI
Municipio:   via Umberto    Tel. 0836/460555
Ufficio Postale:   via Umberto    Tel. 0836/466137
Polizia Municipale:   0836/460237
Guardia medica:   0836/420201
Stazione Carabinieri:   0836/460740

COME RAGGIUNGERCI:
Il centro abitato si può raggiungere attraverso la strada statale n° 16 proseguendo con la n° 275 uscita per Scorrano.

ALTRE NOTIZIE
Mercato Settimanale:   Giovedì
    
Il territorio intorno a Scorrano fu abitato sin dall'antichità, come testimoniano due menhir presenti nelle immediate campagne circostanti. Tradizionalmente si fa risalire la nascita del primo nucleo abitativo all'epoca romana durante la fase repubblicana quando il senato distribuisce ai veterani le terre conquistate dalle legioni. Dominata dai romani fino alla caduta dell'Impero, fu colonizzata dai greci e dai bizantini. Con la dominazione di quest'ultimi il centro si estese e raggiunse una maggiore rilevanza che gli consentì di diventare un comune fiscale (Korìon) controllando i più piccoli agglomerati abitativi vicini.
In epoca normanna, con Tancredi d'Altavilla, fece parte del Contado di Lecce e successivamente della Contea di Alessano. Diversi furono i feudatari che si succedettero nel corso dei secoli. Nel 1291 Scorrano venne assegnato a Pietro de Noha da Carlo d'Angiò dopo che Angelo e Pietro, baroni svevi (rispettivamente padre e figlio), furono impiccati con altri nobili salentini nel castello di Gallipoli nel 1268 perché fedeli agli Svevi, sconfitti dagli angioini nella Battaglia di Benevento (1266). Passò poi nel 1319 agli Orsini Del Balzo e da questi a re Ladislao che nei primi anni del XV secolo lo vendette a Buzio de' Tolomei; da questi passa al figlio Salvatore. Un secolo dopo entrò sotto il dominio dei Gonzaga di Mantova, in quanto principi di Molfetta, che lo cedettero, insieme con la contea di Alessano, ad Ettore Brajda nel 1589. Passò sotto il controllo dei Maramonte, dei Trani, dei Milazzi e, il 18 agosto 1686, venne acquistato dalla famiglia Frisari che lo terrà (dal 1725 col titolo ducale) fino all'eversione della feudalità (1806).

Sito internet: http://www.comune.scorrano.le.it/

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu