Comune di Ruffano - Cuore Salentino

Vai ai contenuti

Menu principale:

Informazioni_comuni_provincia_di_Lecce

Comune di Ruffano

Frazioni: Torre Paduli
Popolazione: 10092 abitanti
Distanza dal capoluogo: 42 Km
Cap: 73049

NUMERI E INDIRIZZI UTILI
Municipio:   C. so M. di Savoia    Tel. 0833/690713
Ufficio Postale:   Via IV Novembre      Tel. 0833/691095
Polizia Municipale:   0833/691202
Guardia medica:   0833/691159
Stazione Carabinieri:   0833/691010

COME RAGGIUNGERCI:
Il centro abitato si raggiunge attraverso la strada statale n° 16 e la strada statale n° 275 per Santa Maria di Leuca, o utilizzando la strada statale n° 476.

ALTRE NOTIZIE
Mercato Settimanale:   Giovedì   
Proloco: Via Castello ,13 Torrepaduli - TORREPADULI "S.Rocco"      Tel. 338/8286128
Proloco:   Piazza del Popolo,5 – RUFFANO          Tel. 0833/691652

C'è un Centurione romano all'origine della storia ruffanese: si chiamava Rufus, o Ruffo nome da cui, molti studiosi fanno derivare il nome di Ruffano...
Tra le diverse opinioni degli storici sulle origini del nome, riportiamo quelle più accreditate: una è quella cui abbiamo fatto cenno poco innanzi, e cioè che il nome del paese deriverebbe
"...da un centurione di nome Ruffo il quale ebbe in sorte questa terra con l'occupazione romana del Salento (Cfr. A. De Bernart, Pagine di storia ruffanese, 1965, pagg. 7 e seg.);"
un'altra è quella sostenuta da Mons. Giuseppe Ruotolo, Vescovo di Ugento, sempre riportata da De Bernart nell'opera citata, secondo la quale l'origine probabile può essere stata
"...dal gentilizio Rufius, oppure dalla voce Italica Rufus o Rubus; più probabilmente Rubis che vuol dire spineto o frutteto..."
deriverebbe, cioè o da un posto pieno di rovi, o da un luogo colmo di frutti...
Sin qui le ipotesi e la leggenda.
Notizie più certe, invece, possiamo averle a cominciare dalla caduta dell'Impero Romano in poi, quando il Salento, e quindi Ruffano, dovette subire, dal V al XI secolo, un lungo periodo di querre e distruzioni ad opera dei diversi popoli che ù si avvicendarono nella nostra penisola.
Questo stato di soggezione e disagio, durò anche sotto il principato di Taranto cui Ruffano obbedì sino al 1463. Poi vennero i Ruffa, i Colonna, gli Antoglietta, i Falconi, i Filomarino, i Brancaccio ed, in ultimo, i Ferrante che diedero notevole lustro e prestigio a questa città.

Sito internet: http://www.comune.ruffano.le.it


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu