Comune di Nociglia - Cuore Salentino

Vai ai contenuti

Menu principale:

Informazioni_comuni_provincia_di_Lecce

Comune di Nociglia
Popolazione: 2766 abitanti
Distanza dal capoluogo: 39 Km
Cap: 73020

NUMERI E INDIRIZZI UTILI
Municipio:   via Risorgimento     Tel. 0836/938053
Ufficio Postale:   via Cassino, 66        Tel. 0836/936557
Polizia Municipale:   0836/936213
Guardia medica:   0836/936311
Stazione Carabinieri:   0836/936010

COME RAGGIUNGERCI:

Il centro abitato si può raggiungere o attraverso la strada statale n° 16 proseguendo con la n°275, oppure con la strada statale n° 476 uscita per Nociglia.

ALTRE NOTIZIE
Mercato Settimanale:   Giovedì
    
Proloco:   Via Carso,4 – NOCIGLIA            Tel. 0836 936214

L'etimologia del nome deriva dal latino nux-nucis, ossia noce.
Dalle fonti storiche si apprende che nel III secolo a.C. durante l'invasione dell'esercito romano dei territori della Messapia, la gente del posto si rifugiò nel vicino Bosco Belvedere per sfuggire agli attacchi nemici. Terminato il pericolo, parte delle popolazioni ritornarono nei loro villaggi abbandonati; altri invece decisero di rimanere su questo vasto altopiano apprezzando le caratteristiche territoriali del luogo che consentiva il pascolo degli animali, la caccia e la raccolta dei frutti. Proprio queste genti furono i veri fondatori dell'attuale Nociglia.

Le prime notizie sull'esistenza di Nociglia si riscontrano sulla cartina itineraria della via Traiana, dove era segnalato "NUCILLIUM", voluta appunto da Traiano per allungare il percorso della via Appia, che da Roma giungeva fino a Brindisi, e allaciarla con il porto di Leuca, punto d'imbarco con l'oriente.

Il bosco Belvedere nel corso dei secoli divenne dapprima una contea del re Tancredi e poi un feudo di Carlo I d'Angiò. Successivamente passò alla famiglia De Hugot, che imparentata con la famiglia Orsini del Balzo, la ereditarono come casale della contea di Castro e Ugento.

Sull'origine del vero e proprio nucleo abitativo, fatto da case e attività, varie tesi sono state proposte da studiosi d'interpretazione storica. Mentre il Maselli sosteneva che Nociglia scaturì dalla distruzione di Castro, avvenuta ad opera di Solimano nel 1537, l'Arditi invece, appoggiava l'ipotesi che fosse nata nel 1156, ad opera di Guglielmo il Malo, dopo la distruzione di Vaste.

Sito internet:

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu