Comune di Andrano - Cuore Salentino

Vai ai contenuti

Menu principale:

Informazioni_comuni_provincia_di_Lecce

Comune di Andrano

Popolazione: 5160 abitanti

Distanza dal capoluogo: 51 Km
Cap: 73032

NUMERI E INDIRIZZI UTILI
Municipio:   Via Michelangelo, 25    Tel. 0836/925311  
Ufficio Postale:   via Della Repubblica    Tel. 0836/926093
Polizia Municipale:   0836/969982
Guardia medica:   0836/926015
     

COME RAGGIUNGERCI:
Il centro abitato si puo' raggiungere da strade statali (n°16 Adriatica e n° 275 du S. Maria di Leuca, oppure n° 173 delle Terme Salentine) o da strade provinciali varie interne.Distanza dal capoluogo: 51 Km

ALTRE NOTIZIE
Mercato Settimanale:   Giovedì

Sulle origini di ANDRANO è impossibile, ad oggi, fornire ipotesi certe e plausibili. Il Cepolla lo crede edificato dai Cretesi, altri lo vogliono fondato nel 450 d.c., il cieco di Forlì lo dice sorto nel 650 d.c., altri ancora fanno risalire la data della fondazione al tempo dei Saraceni. Una fonte più attendibile delle altre è certamente il Rizzelli, il quale, riferendosi alla documentazione e agli studi compiuti sull' argomento dal Barone F. Bacile, sostiene che derivi dall' antico Casale "Cellino". Confermata da documenti storici è la notizia, appunto, di un "PACUS CELLINO", distrutto intorno al V° secolo d.c. Andrano oggi siede quasi accovacciata e nascosta in un vasto bacino e si presume che gli antichi abitanti la vollero in quel posto proprio dopo la distruzione del Casale Cellino, per sottrarla alla vista immediata dei Corsari e dei Barbari che spesso solevano approdare nel prossimo lido per invadere e devastare. Il Casale di Andrano venne infeudato alla famiglia De Hugot nel Sec. XIV° e venne acquistato dai De Castillo nel 1517. Successivamente passò ai Del Balzo, a Giacomo Bortone marito di Giovanna II^, ai Saraceno ( Giovanni Antonio Saraceno lo ottenne in feudo perché concorse con Alfonso d' Aragona a strappare Otranto ai Turchi nel 1481 ), poi agli Spinola, ai Galloni, Principi di Tricase ( Sec. XVIII ) e, infine, ai Caracciolo di Marano.
La Chiesa di S. Domenico, unico resto di un Convento dei PP. Domenicani soppresso nel 1796, fu iniziata nel 1561 nel caratteristico stile locale con permanenza di elementi rinascimentali e completata, in forme semplici, nel secolo successivo (facciata a due ordini simmetrici compresi tra lesene laterali e ravvivati, l' inferiore da un portale con stucchi, il superiore da un finestrone lobato). Nell' interno pregevoli altari e la tomba di Giovanni Antonio Saraceno, uno degli ottocento martiri di Otranto.Il Castello conserva l' imponente struttura originaria del XIII secolo con parte della muratura (intatta e austera la torre di avvistamento e difesa ad est), ma si presenta in forme non omogenee per i larghi e sconsiderati rifacimenti del XVII° secolo e per quelli più recenti.
Nel 1741 sorse l' attuale Parrocchia di S. Andrea Apostolo, voluta dal Toparca di Andrano F. Caracciolo. Presso la Cappella della Madonna dell' Attarico, a picco quasi sul mare e che abbraccia con la vista un largo tratto della incantevole costa adriatica meridionale, è una laura bizantina con affreschi.

Sito internet: http://www.comune.andrano.le.it

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu