Comune di Alliste - Cuore Salentino

Vai ai contenuti

Menu principale:

Informazioni_comuni_provincia_di_Lecce

Comune di Alliste


Frazioni: Cisternella - Felline - Pilella - Capilungo
Popolazione: 6213 abitanti
Distanza dal capoluogo: 52 Km
Cap: 73040

NUMERI E INDIRIZZI UTILI
Municipio:   P.zza Municipio    Tel. 0833/ 584332
Ufficio Postale:   P.zza Municipio    Tel. 0833/553670
Polizia Municipale:   0833/584337
Guardia medica:   0833/552776
    

COME RAGGIUNGERCI:
Da Lecce si raggiunge Gallipoli dalla Statale 274, si prosegue verso S.M. di Leuca per uscire all'uscita Alliste.

ALTRE NOTIZIE
Mercato Settimanale:   Giovedì

Lo stemma di Alliste raffigura le ali di un cherubino sulle quali poggia una A maiuscola romana, iniziale del nome del paese, tale raffigurazione rimanda alle origini del paese, che sono legate a una leggenda

Intorno al IX secolo, ossia al tempo in cui le scorrerie dei pirati erano più intense, gli abitanti di Felline, ora frazione di Alliste, abbandonarono il loro villaggio per sfuggire alla morte che veniva da mare e cercarono riparo in un luogo poco distante nell’entroterra, considerato più sicuro. Durante la fuga, e qui entriamo nella leggenda, i disperati profughi implorarono l’aiuto dell’arcangelo Gabriele, e giunse la salvezza:  improvvisamente apparve un angelo che protesse i fuggiaschi sotto le sue grandi ali e li condusse verso un luogo sicuro, dove essi fondarono un nuovo casale che, in segno di riconoscenza per quelle miracolose ali, chiamarono "Allisti", divenuto poi Alliste.

Per consacrare ulteriormente alla memoria il leggendario evento,le ali furono riprodotte anche sullo stemma civico quale simbolo di difesa e di forza. Fin qui la leggenda.

Ma si tramanda anche l’esistenza di un precedente emblema sul quale era rappresentato un angelo con in mano una bilancia simbolo della giustizia. Questa immagine, ancora visibile all’inizio del 1800, era dipinta sulla porta del "Sedile", costruzione in cui si tenevano riunioni consiliari, oggi non più esistente.

Così come l’immagine civica è controversa, anche il toponimo ha determinato contrastanti interpretazioni. Lo studioso racalino Antonio Serio, partendo dalla forma dialettale del toponimo, caddiste, ha supposto che il nome Alliste sarebbe riconducibile a "Kallistos", aggettivo superlativo greco che significa "bellissima".

Per lo studioso locale prof. Antonio Pizzurro invece il toponimo significa "vivere insieme", "riunirsi" . Si trova infatti in due atti notarili del 1331 il riferimento alla città col nome "Alitzai". Questo potrebbe derivare dalla fusione dell’avverbio greco "alias" e del verbo "zao", che significherebbe appunto "vivere insieme",e proprio tale nome potrebbe essere stato scelto dai profughi di Felline per la carica augurale del suo significato.

L’ingresso ufficiale di Alliste nella storia avviene, comunque, il 4 settembre 1275 quando il re Carlo I d’Angiò confermò al barone Guglielmo Pisanello i feudi paterni, tra cui figurava appunto Alliste. Sull’originaria provenienza degli abitanti non si possono avanzare che delle ipotesi, ma è indiscutibile che fossero greci o che lo fossero la maggior parte di loro, cosi come greco era il rito religioso protrattosi ad Alliste sino al XVI secolo

Fino al 1378 i pochi documenti accennano ad Alliste come Casale, in seguito si parlerà di Terra, ossia di centro provvisto di perimetro murario.

La popolazione per secoli è oscillata intorno alle 500 unità e solo a partire dalla fine del XVII secolo è cominciata rapidamente a crescere, raggiungendo la massima espansione demografica nel trentennio 1921 – 50. In seguito il numero degli abitanti si è normalizzato intorno alle 6.000 unità, mentre quelli della frazione di Felline intorno alle 1.500.

L’economia allistina di tradizioni prettamente agricola, ha subito negli ultimi trent’anni un intenso processo evolutivo, che ha portato all’introduzione di nuove colture specializzate (soprattutto nel campo orticolo e floricolo), al consolidamento di altre (olivo e patate) ed alla rarefazione della vite, dei cereali e dei legumi, che per secoli hanno caratterizzato il paesaggio agrario locale. Attualmente si nota una maggiore apertura verso il terziario e le attività artigianali.

Sito internet: http://www.comune.alliste.le.it/

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu